NEWS IN BLOG

Sommelier8
10 set 2011 | NEWS IN BLOG |

8/10 CONSIGLI DOC

…per gustare il vino al meglio con i propri cari e in ogni occasione, per degustare e per brindare

8. VINO E CIBO DA CONTRAPPORRE O CONCORDARE

Oggi è universalmente acquisito il principio per cui ogni cibo, salvo poche eccezioni, possa essere abbinato in maniera ottimale con un determinato vino, scelto accuratamente, tenendo conto delle caratteristiche gusto-olfattive di entrambi. È vero che in questi casi subentrano forti componenti soggettive, e abitudini e tradizioni alimentari ma, è altrettanto vero che esistono esperienze professionali e innumerevoli prove pratiche che hanno portato a fissare una serie di criteri sufficientemente oggettivi per operare corretti abbinamenti.

Per l’ottenimento di un abbinamento armonico i principi su cui basarsi sono due: la contrapposizione e la concordanza .

Il primo principio, valido per la maggioranza delle sensazioni percepite, si basa sul fatto che il vino scelto da abbinare a un cibo debba presentare delle caratteristiche in contrapposizione con quelle dell’alimento. Per esempio, se un cibo presenta una sensazione di tendenza acida piuttosto percettibile, nel vino ricercheremo doti di morbidezza che vadano a equilibrarla.

Il secondo principio invece, prevede che vi sia appunto concordanza tra le sensazioni del cibo e del vino. Esempio tipico è quello delle torte, dei pasticcini, dei biscotti e di tutti quei prodotti in cui sia dominante la sensazione di dolcezza, che richiedono in abbinamento vini dolci (quindi con la torta MAI portare uno spumante secco!).lo stesso dicasi per preparazioni ricche di profumi e di sensazioni speziate e aromatiche, per le quali si dovranno considerare dei vini in genere molto profumati.