NEWS IN BLOG

Sommelier3
10 apr 2011 | NEWS IN BLOG |

3/10 CONSIGLI DOC

…per gustare il vino al meglio con i propri cari e in ogni occasione, per degustare e per brindare…

3. RISPETTARE LA CORRETTA TEMPERATURA DI SERVIZIO

Vini spumanti 8°C
Vini bianchi e rosati secchi 10°C
Vini bianchi e rosati con residuo zuccherino 12°C
Vini rossi poco tannici e poco colorati 14°C
Vini rossi mediamente tannici e mediamente colorati 16°C
Vini rossi tannici e intensamente colorati 18°C
Vini passiti e liquorosi 8-18°C

La spiegazione di tali temperature deriva dalla percezione termica che si ha durante la degustazione.
La sensazione termica è legata alla sensibilità ricettiva all’interno della cavità orale nei confronti dei quattro sapori elementari ( dolce-acido-salato-amaro), in relazione alla loro temperatura.
Le sensazioni di dolcezza e/o morbidezza sono maggiormente percettibili con l’aumentare della temperatura: ecco spiegato perché un vino bianco dolce deve essere servito a 2-4°C in più rispetto a un vino bianco secco
Le sensazioni di sapidità/amarezza risultano maggiormente percettibili, al contrario, con l’abbassamento della temperatura ed ecco quindi chiaro il motivo per il quale un vino ricco di tannini e sali non va servito freddo, in quanto risulterebbe troppo “duro”.